Realizzazione pavimentazioni industriali in resina impermeabilizzante

La resina impermeabilizzante è il materiale adeguato alle pavimentazioni industriali per le aziende che operano nel campo alimentare. Essa è idonea ai requisiti richiesti dal settore dell’alimentazione e trasformazione prodotti, ma anche di trasformazione e somministrazione degli alimenti.

Il risultato dell’operazione di posa è un pavimento impermeabile, molto resistente e facile da disinfettare, che può essere realizzato in modo da agevolare l’evacuazione delle acque.

Con la resina è inoltre possibile rivestire le pareti, realizzando superfici lisce facili da pulire, forti ed impermeabili. Durante la fase di posa, la resina non inquina in alcun modo gli alimenti, in quanto non contiene sostanze organiche volatili. Alcuni formulati speciali, certificati per gli impianti industriali, possono venire a contatto con sostanze alimentari senza deteriorarle e degradarle.

Adatti a qualsiasi tipologia di superficie, tali pavimentazioni sono particolarmente indicate per i macelli e i mattatoi. Contattateci per saperne di più o richiedere un preventivo: siamo attivi tra i centri di Pavia, La Spezia e limitrofi.

Applicazione della resina per pavimentazioni di celle frigorifere

L’applicazione della resina impermeabilizzante viene eseguita in forma sia manuale che meccanizzata, con apposite attrezzature e personale specializzato su supporto necessariamente asciutto.

Ai lati della cella frigorifera, qualora ve ne fossero, devono essere creati degli sgusci sanitari con pasta epossidica conforme alle norme sanitarie vigenti sul territorio italiano.

Sono detti sgusci i punti di raccordo tra il pavimento e il pannello, i punti di giuntura, per legge devono avere un angolo superiore ai 90° per fare in modo che lo sporco non si annidi nelle fessure.

Le resine utilizzate possono essere di diverso colore, con o senza sgusci, a seconda della destinazione della cella, e possono essere applicabili sia a celle TN che a quelle BT.

I pavimenti delle celle devono essere calpestabili, antiscivolo e antitrauma e predisposti al transito di carrelli elevatori con ruote in gomma.

Il processo di applicazione della resina

In merito alla modalità di applicazione della resina per le pavimentazioni industriali, occorre valutare la tipologia di finitura necessaria. In ogni caso si tratta di un’esecuzione rapida (4 giorni in media) rispetto ad altri sistemi tradizionali, come le piastrelle.

Il pavimento è pedonabile dopo circa 12 ore dall’ultimazione della finitura e totalmente trafficabile dopo 2 giorni (secondo ciclo impiegato, per completamento delle caratteristiche chimico-fisiche).

I pavimenti in resina vengono progettati sulla base della destinazione d’uso finale e delle sollecitazioni che dovranno sostenere. Carichi pesanti concentrati, traffico frequente e pesante generato da muletti e transpallet, non aggrediscono meccanicamente la pavimentazione che sarà realizzata per resistere all’urto e all’abrasione.

I pavimenti in resina sono superfici continue senza fughe, che accumulano sporco e batteri tra fessure e giunti e possono essere puliti con detergenti e sanificanti.

Compilate l’apposito modulo nella sezione dei contatti per richiedere informazioni più dettagliate: operiamo in maniera molto attiva nelle zone di Pavia e La Spezia.